Alan Imai

Equilibrare materialismo e spiritualità

La filosofia e l’obiettivo di Shumei è far incontrare Jyorei, arte e bellezza, e l’agricoltura naturale.

Alan Imai

Nel mondo moderno, c’è uno squilibrio tra materialismo e spiritualità.  Ad esempio, se si dovesse mettere il materialismo su un piatto della bilancia e sull’altro la spiritualità questa sarebbe sicuramente sbilanciata dal lato del materialismo. Le persone sono principalmente interessate alla acquisizione di denaro, di oggetti materiali, e al loro status. C’è una tendenza ad essere egoista, con la conseguente enfasi sul breve termine. Come risultato di questo focalizzarci sul materialismo, abbiamo creato per noi stessi problemi ambientali e sociali nei nostri paesi .

Nel campo della scienza medica, sempre a causa del peso sbilanciato troppo pesantemente verso il lato materiale, troviamo che il campo medico si è concentrato principalmente sul corpo umano come una macchina fisica ed è per lo più ignorato il lato spirituale. In altre parole, vi è stata poca attenzione per gli effetti che i nostri corpi emozionali, mentali e spirituali hanno sulla nostra salute .

Quanto sopra vale anche per l’agricoltura, che ha dedicato tutte le sue energie a  diventare “grande business ” e si è concentrata principalmente sul fare soldi. 

Quindi, si può affermare che il problema centrale nella nostra società moderna è un eccesso di enfasi sul materiale, e poca o nessuna attenzione per lato spirituale .

L’obiettivo di Shumei è quello di portare in equilibrio lo spirituale e il materiale. Ci sono due modi per portare queste due parti in equilibrio. Un modo potrebbe essere quello di abbandonare il materiale del tutto, ma Meishusama non sostiene questa tesi. Quindi, sembra ovvio, che ciò che dobbiamo fare è di concentrarsi sul lato spirituale al fine di portare i due piatti della bilancia in equilibrio. Questo è ciò che Shumei propone di fare attraverso la promozione di Jyorei, agricoltura naturale, e l’arte e la bellezza.

Per esempio, quando si prova dolore o malattia, la medicina allopatica prescrive farmaci per fermare i sintomi. Questa è una soluzione a breve termine. I farmaci fermano i sintomi e il dolore , ma hanno anche effetti collaterali. Quando sopraggiunge la malattia per il corpo è un segno che ci sono tossine nel nostro corpo fisico e spirituale. Questa è la vera causa della malattia, e la malattia e il dolore in sé sono un processo di purificazione. Ciò che è importante è che ci concentriamo sul purificare il nostro corpo spirituale al fine di superare il dolore o il disagio che stiamo vivendo.

Ciò vale anche per l’agricoltura. La natura è perfetta così com’è. Quando osserviamo le montagne e le foreste vediamo bellissimi fiori e alberi che sono cresciuti senza interferenze o aiuto dell’uomo. Il materialismo ha influenzato l’agricoltura. Perché vogliamo produrre più cibo e farlo crescere più grande, l’uomo ha fatto ricorso all’uso di fertilizzanti . Attualmente usiamo fertilizzanti chimici che finiscono per danneggiare il territorio, l’ambiente e il nostro corpo fisico. L’uso eccessivo di questi fertilizzanti chimici provoca molti effetti collaterali alla terra e avvelena il suolo, così come l’uso della medicina provoca effetti collaterali per il corpo umano . La conseguenza di queste pratiche sono l’aumentare degli insetti e i problemi con le erbacce, esattamente come succede con il corpo umano.  Per controllare questi problemi l’agricoltore utilizza sostanze chimiche come pesticidi ed erbicidi. I pesticidi chimici e i diserbanti aumentano i veleni  immessi nel suolo, aggravando questo circolo vizioso. Il movimento dell’agricoltura biologica sembrava essere una soluzione a questo problema. Invece di utilizzare fertilizzanti, pesticidi e diserbanti chimici sono state sviluppate le controparti organiche di questi per combattere i problemi di impoverimento del suolo, gli insetti e le erbacce . Ma l’agricoltura biologica sta diventando un grande business e l’ attenzione si è concentrata sul fare soldi. Fino a quando vengono rispettate le linee guida per l’agricoltura biologica, l’agricoltore è libero di utilizzare qualsiasi metodo basta che soddisfino gli standard biologici. Lo spirito originario del movimento biologico, come ad esempio la cura per l’ambiente, la salute umana, e la qualità della vita si sta perdendo nel grande business del biologico. Se non cambiamo la nostra percezione, anche il movimento biologico non potrà essere sufficiente. Purtroppo, l’unica differenza tra agricoltura biologica e quella convenzionale è data dall’impiego di materiali organici o di prodotti chimici . Invece, dobbiamo cambiare completamente la nostra idea di agricoltura, il che significa che dobbiamo comprendere e concentrarsi sulla componente spirituale in modo che l’agricoltura naturale non diventi semplicemente un altro metodo di coltivazione degli alimenti.

Il messaggio che stiamo inviando al mondo con la promozione di arte e bellezza, Jyorei, e dell’agricoltura naturale è di un nuovo stile di vita . Shumei sta lavorando in collaborazione con i musei e le organizzazioni ambientali, e partecipa alle attività interreligiose, al fine di migliorare gli stili di vita delle persone e per portare in ultima analisi, la spiritualità e materialismo in equilibrio. Quando queste due parti saranno in equilibrio, scopriremo che la felicità a breve termine è importante, ma allo stesso tempo ci impegneremo per la felicità a lungo termine. La felicità personale deve essere bilanciata con la pace nel mondo. In passato, alcuni membri di Shumei hanno cercato la pace nel mondo, ma a costo di trascurare le proprie famiglie e la vita personale. Questo non è il modo, ci deve essere equilibrio. L’unicità è importante, così come ogni individuo e la bellezza di ogni individuo. Anche in questo caso, l’equilibrio è importante. La crescita spirituale è importante, ma ancora una volta non a scapito di negare del tutto la ricchezza materiale. Al mondo d’oggi, l’economia prevale di solito sulle preoccupazioni ambientali . Questo deve essere riequilibrato. La globalizzazione non può essere negata, ma questa deve anche essere bilanciata con la localizzazione. La felicità materiale e spirituale devono realizzarsi insieme. Quando avremo bilanciato queste qualità, troveremo che risiedono in un mondo di pace in cui le arti, gli sport prosperano e avremo un mondo di verità, di virtù e di bellezza, un mondo di salute, prosperità e armonia .

Il Centro Olistico della Vita Shumei

Abbiamo deciso di non fare riferimento al podere che possediamo a Santa Cruz, in California come una fattoria, dato che l’agricoltura naturale implica qualcosa di diverso dalle coltivazioni come erano note in passato. Quindi, abbiamo un nome provvisorio per esso, che è Centro Olistico della Vita Shumei. Siamo aperti anche ad altri suggerimenti per un nome. Questo nome riflette il metodo di agricoltura naturale, oltre ad essere comprensivo di altri nostri ideali come Jyorei e dell’apprezzamento dell’arte e della bellezza.

Il messaggio fondamentale di tutto questo è un nuovo stile di vita, che implica la coltivazione sia del suolo e che dell’anima. Il contadino, il terreno ed i semi sono le chiavi per l’agricoltura . E’ necessario che noi abbiamo del terreno puro, semi puri ed un’anima pura. Il contadino e il consumatore devono insieme fare in modo che questo funzioni, e quindi, l’educazione dei consumatori è molto importante. Insieme con l’educazione dei consumatori è importante la formazione di Community Supported Agriculture ( CSA ) di cui il consumatore dovrà far parte.

La teoria alla base CSA è che le persone si uniscano a questi gruppi, e che si impegnino a dare al contadino una certa quantità di denaro per il cibo che riceveranno da lui. Il contadino, a sua volta, avrà i soldi per comprare i semi, e sarà messo nella condizione di sostenersi anche quando ci saranno stagioni di raccolto scarso  I prezzi del cibo, in questo sistema, sono bloccati per il consumatore. Egli non è soggetto ai capricci del mercato. Se il mercato improvvisamente si alza, il consumatore starà ancora pagando lo stesso prezzo che è stato fissato all’inizio della stagione. Introdurremo i nostri prodotti agricoli naturali anche nei mercati degli agricoltori locali .

Proprio ora in Nord America nel Shumei Natural Agriculture Network, abbiamo quattro aziende agricole : una è gestita da Kenji Ban nelle montagne di Catskill nello stato di New York; una fattoria di grano in Canada ; la fattoria di Junzo Uyeno all’Hollywood Center, e una fattoria allo Crestone Center. Lavoriamo insieme con questi altre fattorie di agricoltura naturale scambiandoci informazioni e persone. Lo scambio di persone funziona bene per noi in inverno, quando il personale nelle montagne di Catskill e in Canada non possono fare lavori agricoli. Così, in bassa stagione possono venire in California per aiutarci. Inoltre, alcuni prodotti, in particolare i prodotti trasformati, possono essere condivisi. Per esempio, il grano è un prodotto del Canada che altri centri possono acquistare, ed è facilmente condivisibile .

Vicino alla Shumei Holistic Life Center è il San Francisco Center, e i membri a San Jose e Santa Cruz. In queste città ci piacerebbe creare un gruppo di Community Supported Agriculture ( CSA ) e curare lo sviluppo del consumatore. Ci sono anche molti mercati degli agricoltori locali e ristoranti in cui potremmo introdurre i prodotti dell’Agricoltura Naturale .

Abbiamo già piccoli gruppi CSA nelle zone di Hollywood e Pasadena. Siamo in grado di condividere i prodotti fra Santa Cruz, Hollywood, e Pasadena, e se il cibo viene trasformato può anche essere spedito ai centri Shumei sulla costa orientale.

Questi sono solo esempi di come l’Agricoltura Naturale può essere espansa in tutto il mondo. Se si considera anche la pratica di Jyorei e le attività connesse alla valorizzazione dell’arte e della bellezza, quindi molte altre attività sono possibili .

UC Santa Cruz è a soli 15 minuti di distanza dalla fattoria. Siamo in grado di sviluppare un programma per gli studenti universitari per ottenere credito per studiare l’Agricoltura Naturale, e siamo in grado di pianificare e progettare eventi ambientali. C’è anche la possibilità di sviluppare e sostenere le aziende agricole e gli specialisti internazionali di Agricoltura Naturale.  Questi specialisti sarebbero i leader del Natural Way of Life. La creazione di tirocini, con gli specialisti e gli agricoltori che insegnano agli apprendisti, potrebbe essere una estensione di questa idea.

E’ importante che abbiamo creato eventi di consumo, e programmi educativi, come ad esempio attività di campeggio, eventi familiari, workshop e anche alcuni programmi di recupero per giovani delinquenti. Potremmo invitare i giovani che sono definiti “delinquenti” alla fattoria, farli lavorare con la natura, educare e permettere loro di sperimentare la connessione tra se stessi e il loro ambiente. Potremmo anche invitare le famiglie e il pubblico a visitare l’azienda agricola, così come sponsorizzare una serie di conferenze sulla filosofia Shumei , e invitare i bambini delle scuole .

Focalizzandoci sulla comunità locale di Santa Cruz, possiamo sostenere eventi culturali, avere una fattoria aperta  e partecipare a sagre collegate al “movimento slow food “.  Tutti gli eventi e i programmi di cui sopra sono quelli che vorremmo sviluppare con questa fattoria.

In questi tempi moderni, molte persone non sono disposte o non sono più in grado di cucinare a casa, per cui al fine di raggiungere quante più persone possibile, ci piacerebbe organizzare un “Club pane e insalata”.  Il grano da Agricoltura Naturale dal Canada sarà usato per fare il pane e poi faremo una insalata dalle tante verdure Agricoltura Naturale che facciamo crescere . Questo “Club pane e insalata”, che sarà supportato dal Shumei Holistic Life Center, sarà un modo semplice per introdurre l’agricoltura naturale a molte persone, perché tutto quello che devono fare è comprare e consumare il pane e l’insalata .

E ora veniamo alla domanda che cosa possiamo fare per aiutare qui nel sud della California . Ci sono molte cose sulla lista : C’è un Shumei Natural Agricoltura Network   of Farms , come è stato detto in precedenza, tra cui la fattoria Hollywood Junzo e la nostra fattoria in California. Siamo in grado di aggiungere il “Club pane e insalata” . Abbiamo il grano e la farina dal Canada, e siamo alla ricerca di panifici per cuocere il pane da questo grano per noi. Possiamo anche introdurre i nostri ortaggi nei i mercati degli agricoltori locali, in modo che noi, come i consumatori possiamo acquistare queste verdure. Possiamo anche diventare membri del  CSA. Desideriamo visitare le aziende agricole al fine di aiutare l’agricoltore, capire cosa sta succedendo dandogli una mano. Vogliamo anche introdurre la nostre verdure da Agricoltura Naturale nei negozi di alimentari locali, educarli su ciò che sono le verdure disponibili informando i consumatori. Vorremmo inoltre introdurre i nostri prodotti nei ristoranti locali. Ancora una volta, abbiamo bisogno di spiegare loro cosa è disponibile e avere la possibilità di introdurre un menu speciale da Agricoltura Naturale, e quindi sostenere il ristorante mangiando lì. Possiamo anche far crescere le nostre verdure nel nostro giardino di casa. E’ anche importante essere consapevoli di ciò che sta accadendo, sia a livello di governo locale e nazionale. Tutte queste sono cose che possiamo fare come consumatori per contribuire a promuovere l’Agricoltura Naturale .

* Il movimento “Slow Food” ha cominciato in Italia in opposizione al “fast food “. Si concentra sulla valorizzazione, reintroduzione, e la promozione di prodotti alimentari tradizionali .

Questo discorso tenuto presso il Centro Nazionale di Pasadena, è del 2004 ma l’abbiamo tradotto lo stesso perché ci sembrava un’ottima introduzione sia dell’autore, Alan Imai, che del percorso che propone Shumei. Interessante è guardare adesso quanti centri ha la rete di Shumei  e quanto del loro programma di sviluppo è stato fatto. In Italia a che punto siamo? Quanto di quel programma è arrivato da noi? Il percorso che sta facendo Giuseppe Oglio che legame ha sia in termini di contenuto che di strategia di sviluppo con quanto diceva Alan Imai? Insomma non avete scuse per non partecipare alla conferenza HEALTH, EARTH & AGRICULTURE, LA SALUTE DELL’UMANITA’ ATTRAVERSO LA RISCOPERTA DELL’AGRICOLTURA NATURALE che si terrà a Milano il 28/9/2013. A proposito non dimenticate di guardare anche i tre grafici che lo accompagnavano l’articolo originale Chart 1, Chart 2, Chart 3.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...