Economia Solidale

Incontro Nazionale Economia Solidale

Pochi giorni fa a Collecchio c’è stato l’Incontro Nazionale dell’Economia SolidaleE’ un evento importante al quale vogliamo contribuire dando quel pò di visibilità che siamo in grado di fornire con questo blog. Vi invitiamo a consultare tutto materiale del convegno che il sito omonimo ha messo a disposizione di tutti. Le tematiche affrontate dal gruppo di lavoro Ecologia Urbane e Rurali ci sembravano più vicine ai temi che solitamente trattiamo e quindi ci siam permessi di riportare alcuni stralci del loro report finale in modo da poterli condividere anche con i nostri lettori.

Economia Solidale

Cosa rappresenta una domanda o uno strumento per tutto l’universo dell’ economia solidale?
La risposta porta con sé una domanda: come possiamo far riconoscere la solidarietà?
Il cibo, l’alimentazione, sono lo strumento chiave da cui è partita l’economia solidale. Tutto parte da qui. Ma non siamo solo agricoltura. E’ il tempo di costruire un’orchestra. Insieme. Creiamo un’intelaiatura di relazioni nel tempo, sempre più fitta, sempre più crescente e solida. Dobbiamo trovare nuovi modi per raccontarci, diversi e leggeri quanto solidi. Riusciamo a  sorprendere le persone? Riusciamo ad inventare strumenti di accelerazione culturale? Dobbiamo fare di più e meglio.
Un’altra domanda: Pensiamo al produttore? E’ solo, si sente una riserva indiana. Creiamo
occasioni di riconoscibilità, anche per i produttori.
Individuiamo degli indicatori di solidarietà, degli indici di sostenibilità, di solidarietà, di benessere e benvivere. (v. Istat/BES, Bilancio Sociale), che diventino strumento per la domanda dell’economia solidale. Riusciamo a creare uno “scontrino” trasparente? Consentiamo a tutti i produttori, a chi opera nei servizi, di riconoscersi.
Riusciamo a sensibilizzare le istituzioni locali che vogliono captare e fare propri le 10 colonne dell’economia solidale, valori e non numeri per amministrare ed essere sostenibili?
Oggi non conosciamo il mondo che vogliamo costruire, ma vorremmo conoscere le singole diversità per non perdere nessuno lungo la strada, con cui creare un altro mondo possibile, a partire da un’altra economia possibile. Guardiamoci di più, sosteniamoci di più, conosciamoci di più.
Abbiamo il privilegio di avere un certo tipo di bisogno.
E poi: Riusciamo a rendere accessibile le percezioni del bisogno (prioritario e non) che noi abbiamo anche agli altri?
Riusciamo a includere gli esclusi. Manca l’informazione. Non c’è consapevolezza nelle persone che si avvicinano ai Gas, che sono un elitè.
Riusciamo a far comprendere la complessità? Incominciamo a fare informazione?
Diamo visibilità alle pratiche. Noi siamo alternativa. Siamo la soluzione C. Ma soprattutto siamo GAS Gruppo di autoproduzione solidale, oltre che gruppi di acquisto solidale.
Non dimenticando che…il profitto è una fragilità che l’economia solidale ha in comune con
l’economia convenzionale. E’ superabile o no?  [Segue…]

Quale cornice o prospettiva più ampia può tenere insieme questi diversi percorsi?
L’economia solidale può essere una grande opportunità in tempo di crisi. Si diffonde molto più di quello che crediamo. Abbraccia altri saperi, oltre l’agricoltura, affronta problematiche diverse, richiede risposte diverse, e l’economia solidale con le sue proposte è risposta plurale. Analizziamo gli elementi del cambiamento. Ogni progetto ogni azione può generare cambiamento. Se incominciamo a essere diffusi così si genera il cambiamento. Dal micro a macro. Riconoscere, quando ci sono gli elementi ,e metterli in rete. Generiamo sapere ma non ne siamo consapevoli. E’ importante che venga riconosciuto all’esterno e venga replicato. Promuovere dinamiche di cambiamento. Lavorare su progetti e processi non in maniera univoca. Costruire una cassetta degli attrezzi (indicatori, linee guida, progetti per fasi) complessa, a disposizione di tutti i territori, cassetta degli attrezzi ricca a disposizione per comunità resilienti. [Segue..]

Tra i documenti ho visto citato anche ScuoleSIP un’esperienza della quale avrei sempre voluto parlare e che vi accenno ora mettendo qui questo bellissimo video prodotto da loro

Qui trovate il comunicato che è stato redatto alla fine dell’Incontro Nazionale dell’Economia Solidale

 

3 pensieri su “Incontro Nazionale Economia Solidale

    1. Grazie della segnalazione. Ho controllato i links puntavano al sito giusto che adesso non si vede. Non ne conosco le ragioni. Spero che ritorni in linea al più presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...